Sconti estremi: occasione o truffa? L’Unione Consumatori denuncia Girada

0

Trovi il Galaxy s9+ a 300 euro invece che a 1500 e che fai, non lo compri? Sarà capitato a molti d’imbattersi in offerte estremamente convenienti che, però, nascondono una brutta fregatura: il pacco non arriva, il venditore sparisce, oppure spedisce un mattone al posto dello stereo. La storia d’Italia e di internet è costellata di truffe di questo tipo e, secondo la denuncia dell’Unione Nazionale Consumatori, il sito Girada non fa differenza.

L’e-shop in questione permette di acquistare gadget tecnologici all’ultimo grido a prezzi estremamente convenienti. Basta prenotarli e aspettare che altri tre clienti ordinino lo stesso oggetto per maturare lo sconto sul nostro acquisto. Per sveltire la procedura, è possibile fornire un codice ad amici e conoscenti che comprino un prodotto, riscattando il nostro acquisto.

Secondo l’Unione Nazionale Consumatori dietro a questo sistema si nasconde uno schema di vendita piramidale, una pratica illegale in Italia (per maggiori informazioni su questo tipo di vendita ti rinviamo al nostro articolo dedicato). Per questo, UNC ha denunciato Girada all’Antitrust. Ecco i sospetti avanzati dall’UNC:

Secondo le segnalazioni ricevute agli sportelli dell’Unione Nazionale Consumatori i tempi di attesa per la consegna dei prodotti prenotati sarebbero eccessivamente lunghi, in alcuni casi si parla addirittura di 5 mesi dall’ordine nonostante i consumatori avessero avuto contezza dell’utilizzo del refferal code da parte di altri tre clienti.

Poi, continua UNC, Girada non sembra riconoscere il diritto di recesso. Spiega Massimiliano Dona, presidente dell’associazione:

Il recesso è uno degli aspetti su cui nutriamo perplessità. Se infatti sono passati 14 giorni dal pagamento ma il consumatore non ha ricevuto il prodotto perché non dovrebbe avere la possibilità di sciogliere il contratto?

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO