Pasta Madre: cos’è e come si prepara

0

In questo ultimo anno, facendo di necessità virtù, un po’ tutti ci siamo messi alla prova con la panificazione. Alcuni di noi si sono confrontati anche con una prova un po’ temuta ed un po’ mitizzata: la preparazione del lievito madre. Il lievito madre è si può preparare in casa con ingredienti semplici e molta pazienza. Vogliamo provarci insieme?

 

Cos’è la Pasta Madre

La pasta (o lievito) madre è un impasto di farina e di acqua lasciata maturare per un tempo più o meno lungo. il lievito madre, dunque, è un semplice impasto di acqua e farina acidificato dalla proliferazione di lieviti e batteri lattici. Sono infatti i lieviti ed i batteri presenti nell’aria e nella farina a dare vita al processo di fermentazione. Vi sono diversi fattori che concorrono alla nascita della pasta madre, dalle caratteristiche della farina utilizzata, all’aria, l’acqua, la temperatura ambientale e, inevitabilmente, la mano di chi la produce!

 

Come si prepara

La temperatura di fermentazione si dovrebbe aggirare tra i 18°C e i 25°C, perciò è consigliabile evitare di prepararla in periodi troppo caldi o troppo freddi. Ma, soprattutto, dovete essere consapevoli che state per iniziare un vero e proprio viaggio durante il quale avere pazienza e perseverare saranno due virtù indispensabili. Si parte mescolando 200 g di farina, 100 g di acqua tiepida ed un cucchiaino di miele. Una volta mescolato il tutto impastate brevemente e formate una palla. Incidete una croce sulla sommità e riponetelo in un vaso di vetro, coperto con un telo pulito, in modo che la pasta possa respirare. Tenete il contenitore in dispensa per 48 ore a temperatura ambiente. Trascorse le 48 ore l’impasto avrà raddoppiato il suo volume. Eliminate la crosta e buttatela via. A questo punto prendere 200 g del composto e mettetelo in una terrina con 100 g di acqua tiepida. Il resto potete gettarlo o regalarlo. Mescolate, aggiungete 200 g di farina, mescolate ancora ed impastate leggermente per formare una nuova palla. Eseguite il taglio a croce e riponetela in un barattolo pulito. Coprite con un canovaccio umido e lasciate riposare in dispensa per altre 48 ore.

Come fare il pane con lievito madre

 

Mantenimento

Questa operazione va ripetuta ogni 48 ore. Praticamente si resta sempre con 200 g di lievito madre al quale aggiungeremo sempre lo stesso peso di farina (200g) e la metà del peso di acqua (100 g). Se non lo facessimo, ovviamente, ci ritroveremmo ad avere una quantità infinita di pasta madre! Ovviamente, come abbiamo detto, non siete tenuti a gettare via parte di pasta madre che non utilizzate: potete regalarla! Successivamente la pasta madre continuerà ad apparire sempre molto appiccicosa ed abbastanza liquida dato che non è ancora matura: procedete con il “rinfresco” ma ogni 24 ore. Quindi ogni giorno dovrete prendere 200 g di pasta madre, aggiungere 100 g di acqua tiepida e 200 g di farina, mescolare il tutto, formare la palla, fare un taglio a croce, riporre in un barattolo di vetro, coprire con un telo umido e riporre in dispensa.

 

Preparare il pane con pasta madre

La pasta madre che si ottiene all’inizio, come detto, non è matura. Quindi non scoraggiatevi se i primi tentativi non ottengono i risultati sperati o se sentite un retrogusto un po’ acidulo. Continuate imperterriti nella vostra missione e vedrete che, col passare del tempo, la vostra pasta madre vi darà grandi soddisfazioni! Ovviamente se il lungo procedimento di preparazione e mantenimento vi sembrano impossibili da eseguire con costanza, non preoccupatevi. E’ possibile acquistare la pasta madre già pronta! Oppure, grazie a NonSoloBudino, potrete riceverla a casa vostra gratuitamente! Approfittate subito dell’offerta!

 

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO