Meghan Markle e il low cost (che non è low cost)

0

Beniamina dei media inglesi e di tutto il mondo, Meghan Markle detta legge in fatto di moda. Con l’avvicinarsi del matrimonio, gli occhi di migliaia di donne sono puntati sui suoi outfit in costante ricerca di note di stile. Dopo averci stupito con un cappottino bianco e il look total black sfoggiato durante l’inverno, Meghan si affida ancora una volta alla produzione dai più definita “low cost”.

Parliamo dello spolverino verde militare vestito in occasione degli Invictus Game di Sidney, un capo della collezione 2018 di Aritzia. Il marchio canadese dispone di uno negozio online che spedisce in tutto il mondo, sicché è possibile acquistare gli abiti vestiti dall’affascinante attrice.

Attualmente lo spolverino in questione è venduto in quattro colori e svariate taglie direttamente sul sito Aritza.

Il modello di trench di Meghan Markle

Il prezzo, da numerose testate definito “low cost” è di 245 dollari (poco meno di 200 euro). Insieme alle altre mise indossate nelle più diverse occasioni, questo trench ha incoronato Meghan regina del vestito low cost: ma cos’è il low cost?

Aprendo qualsiasi dizionario inglese si scopre che l’espressione significa “a basso costo, economico”. Ora, è perfettamente comprensibile che un’attrice di successo e futura moglie di un reale d’Inghilterra non soffra di problemi economici, per cui potrebbe tranquillamente permettersi abiti ben più costosi. In tal senso, per Meghan, un cappotto a 245 dollari è davvero poca cosa. La domanda, che a questo punto lasciamo aperta, però è la seguente: è lecito definire “low cost” un capo d’abbigliamento che resta al di fuori delle possibilità finanziarie di molti?

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO