Sei consigli per dormire meglio

0

Il sonno è salute. Cercare di dormire bene ed abbastanza è importantissimo per preservare la propria salute mentale e fisica. Dormire male può avere effetti devastanti, soprattutto nei pazienti oncologici ed ematologici. Infatti, se un individuo con un lieve disturbo del sonno può essere irritabile ed avere difficoltà a concentrarsi; un soggetto con un disturbo moderato potrebbe soffrire di depressione o ansia. La scarsità di sonno, inoltre, può portare ad avere difficoltà di attenzione e memoria o persino problemi nel riuscire a prendere decisioni. Si tratta di disturbi da non sottovalutare e dei quali si deve parlare con il proprio medico, ma oggi vogliamo condividere con voi dieci consigli utili per apprendere a riposare correttamente.

 

Creare l’ambiente giusto

Rendere la camera da letto ed il proprio letto un ambiente favorevole al sonno è davvero fondamentale. Innanzitutto la stanza deve essere silenziosa e buia, con una temperatura confortevole. Il letto deve essere sempre fresco, pulito e rifatto e per dormire cercate di indossare esclusivamente abbigliamento comodo. Infine, scegliere attentamente i cuscini sulla base delle proprie necessità può davvero fare la differenza. Il  cuscino (o i cuscini) giusti, possono aiutarvi ad addormentarvi più facilmente!  Ottenete uno sconto del -10% sui materassi all’acquisto di un letto! E’ disponibile il nuovo coupon sconto di VidaXL!

 

Utilizzare il letto per dormire

Il letto dovrebbe essere usato per dormire e per i momenti d’intimità con il partner. Non svolgete altre attività a letto, se non sporadicamente. Non guardate la televisione, non mangiate, non lavorate al computer. Per tutte queste attività ci sono altre stanze ed altri luoghi. Si tratta di attività che possono collegare il momento del riposo alla veglia interferendo col sonno.  Quindi, se non ci si addormenta subito dopo essersi coricati, sarebbe opportuno alzarsi, cambiare stanza e dedicarsi ad altre attività, per poi tornare a letto quando si ha davvero sonno. Approfittate immediatamente dell’EXTRA SCONTO del -10% sui letti!

 

Costruire e seguire una routine

Come per il sonno dei bambini, anche per gli adulti poter contare su routine consolidate e rassicuranti è importante. Andare a dormire ed alzarsi sempre alla stessa ora, evitare troppi bagordi nel weekend, permetteranno al corpo ed alla mente di essere pronti al riposo. Ci si può anche costruire una routine serale preparatoria fatta di tecniche di rilassamento di vario genere (meditazione, esercizi di respirazione e rilassamento muscolare).

Riposo

Ridurre la necessità ad alzarsi durante la notte

Consigli utili per evitare fastidiosi risvegli notturni. Evitate di bere troppi liquidi e mangiare alimenti ricchi di fibre prima di andare a dormire. Evitare dolciumi ed alcolici. Seguire una dieta equilibrata e fare esercizio fisico regolarmente può garantirvi ore di sonno migliori e più abbondanti. Si dovrebbe cenare almeno un paio d’ore prima di andare a dormire. Inoltre, nel pasto serale, andrebbero evitati cibi grassi e piccanti che possono provocare senso di pesantezza e bruciori di stomaco. Per la vostra cena prediligete alimenti ricchi di triptofano (aiuta il corpo a produrre serotonina) come farro e segale, latte, pollo, tacchino, pesce, uova, bieta, spinaci, carciofi, funghi e banane.

 

Buone abitudini alimentari

Come abbiamo detto vi sono alcune buone abitudini a livello alimentare che andrebbero sempre tenute a mente. Evitate la caffeina dopo pranzo magari sostituendola  con una tisana o un infuso alle erbe. Evitate anche alcolici e tabacco. Si tratta di sostanze stimolanti e, proprio per questo, andrebbero evitati prima di andare a dormire. Affrettati: fino al 28/10 potrai ricevere in omaggio una confezione di Nilaxia! Nilaxia è un integratore alimentare indicato per favorire il fisiologico sonno a base di estratti essiccati di Valeriana, Biancospino, Passiflora ed Escolzia. Clicca subito per riceverlo gratuitamente!

 

Svolgere attività fisica regolarmente

Lo sport è, invece, un grande alleato del sonno. Per questo è importante restare attivi, del resto non sta scritto da nessuna parte che un paziente non possa fare regolarmente attività fisica, compatibilmente alle proprie capacità e alle indicazioni del medico. Se possibile, sarebbe meglio svolgere esercizio fisico alla luce del sole e all’inizio della giornata: la luce, infatti, aiuta a ristabilire un corretto ritmo circadiano, e fare attività fisica presto (l’ideale sarebbe terminare gli esercizi almeno cinque ore prima di andare a dormire) evita che l’effetto stimolante dello sport abbia un impatto sul sonno. E’ il mese dello sport! Da La Feltrinelli troverai promozioni esclusive ed incontri dedicati allo sport!

 

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO