Bonus Bebè 2021: tutto quello che c’è da sapere

0

Abbiamo creato questa guida per fornirvi tutte le informazioni utili sul bonus bebè INPS 2021. Il “bonus bebè” è l’assegno di natalità che spetta alle famiglie per ogni figlio nato, adottato o in affido preadottivo dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. I beneficiari hanno diritto ad un contributo economico fino ad oltre 2.000 euro per un anno.

Come presentare la domanda

L’assegno di natalità è concesso a domanda da effettuare al compimento del settimo mese di gravidanza, alla nascita o al momento dell’affidamento o dell’adozione di un minore. Deve richiederlo uno dei genitori, entro 90 giorni dalla nascita o dalla data di ingresso del minore nel nucleo familiare. L’assegno di natalità decorre dal giorno di nascita o di ingresso in famiglia del bambino. La domanda è telematica e va presentata all’INPS attraverso il portale web. La richiesta va presentata una sola volta per ciascun figlio nato, adottato o in affidamento preadottivo. Nel caso della nascita di gemelli o di adozioni plurime o affidamenti plurimi è necessario presentare un’apposita domanda per ogni figlio. La domanda deve essere corredata dal modulo SR163 reperibile nella sezione “Tutti i moduli” del sito INPS. Oltre al modulo serve una copia di un documento di identità valido, da trasmettere in una delle seguenti modalità:

 

  • allegato in procedura mediante l’apposita funzione “gestione allegati”;
  • inviato da una casella di posta elettronica certificata (PEC) alla casella PEC della Struttura INPS territorialmente competente;
  • trasmesso da una casella di posta elettronica ordinaria alla casella istituzionale della Struttura INPS territorialmente competente;
  • consegnato a mano o spedito in originale alla Struttura INPS territorialmente competente.

Requisiti necessari

Per ottenere questo contributo di natalità i requisiti richiesti sono i seguenti:

  • essere cittadini italiani, comunitari o extracomunitari in possesso di idoneo titolo di soggiorno;
  • residenza in Italia del genitore richiedente;
  • convivenza con il minore del genitore richiedente.

 

 

Bonus bebè INPS

 

 

Importo del bonus

La misura è stata introdotta dalla legge 23 dicembre 2014, n. 190 e rifinanziata dalla Legge di Bilancio 2021 che ha esteso il contributo ad ogni figlio nato o adottato entro dicembre 2021, fino al compimento del primo anno di età o di ingresso in famiglia. La sovvenzione è corrisposta sotto forma di assegno mensile, il cui importo varia in base ai requisiti ISEE dei beneficiari. La prestazione può spettare, nei limiti di un importo minimo, anche per ISEE superiori alla soglia di 40.000 euro o in assenza di ISEE. L’importo è incrementato del 20% per ogni figlio successivo al primo. In assenza di ISEE in corso di validità al momento di presentazione della domanda il beneficio viene comunque corrisposto, se possiede gli altri requisiti, ma con l’importo minimo previsto. Se successivamente alla domanda viene presentato un ISEE valido l’importo del bonus bebè viene integrato della differenza eventualmente spettante dalla data di presentazione della DSU.

Pagamento del bonus

La modalità di pagamento bonus bebè 2021 prevede singole rate mensili pagate direttamente al beneficiario dall’Inps. L’accredito della somma viene effettuato mediante conto corrente, bonifico domiciliato o altre modalità indicate dal richiedente nella domanda. Il premio nascita può essere concesso in un’unica soluzione nei seguenti casi:

  • compimento del settimo mese di gravidanza (ovvero dall’inizio dell’ottavo mese);
  • nascita avvenuta (anche se antecedente all’inizio dell’ottavo mese di gravidanza);
  • adozione di minorenne, nazionale o internazionale, e nei casi di affidamento preadottivo, nazionale o internazionale.

L’assegno di natalità è riconosciuto anche nel caso in cui, maturato il requisito del settimo mese di gestazione, si verifichi un’interruzione della gravidanza.

 

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO