Bonus bebè 2018: come richiederlo

0

Bonus bebé 2018 – la legge di stabilità di quest’anno rinnova il contributo alle famiglie in attesa di un nuovo bambino (parto, affido o adozione). La novità sostanziale rispetto agli anni passati è la durata de bonus bebé 2018, che ora copre soltanto il primo anno d’ingresso del bambino nella famiglia (e non più 3).

Bonus bebé 2018 – In cosa consiste

col bonus bebè 2018 hai la possibilità di risparmiare molti soldi

Il bonus bebè 2018 è un premio pari a 960 euro totali (80 euro al mese) erogatio alle famiglie il cui reddito Isee non supera i 25mila euro. Se l’Isee non supera i 7mila euro, l’assegno è raddoppiato a 1920 euro l’anno (160 euro al mese).

Per avere diritto al bonus bebè 2018 bisogna inoltre

  • convivere col minore
  • risiedere in Italia
  • essere cittadino italiano o
  • essere cittadino dell’UE o
  • essere cittadino extracomunitario con permesso di soggiorno UE o
  • essere cittadino extracomunitario con status di rifugiato politico o
  • essere cittadino extracomunitario con status di protezione sussidiaria

Per beneficiare del contributo, il bambino deve entrare nella famiglia (nascita/adozione/affidamento) tra il 1° gennaio e il 31 dicemmbre 2018. Visto che il bonus bebè copre soltanto un anno dall’ingresso del bimbo, per usufruire dell’aiuto nella sua interezza bisognerà presentare domanda in anticipo rispetto alla nascita o all’adozione, possibilmente entro 90 giorni dall’evento.

Nel caso in cui il genitore che ha richiesto il bonus bebè non possa più riceverlo, perché decaduto dalla potestà genitoriale o perché il figlio è stato affidato all’altro genitore, quest’ultimo può subentrargli facendo domanda entro 90 giorni dal provvedimento del giudice che dispone la decadenza dalla potestà e l’affidamento.

Bonus bebè 2018 – Come richiederlo

richiedi online il tuo bonus bebè 2018

Ecco i documenti da presentare per ottenere il bonus bebè 2018

  • Dichiarazione sostitutiva unica (DSU) che certifichi l’ISEE (attenzione: scade ogni 15 gennio e occorre rinnovarla!)
  • Modello SR/163

Nel caso in cui si dia luogo a un parto plurigemellare o all’affido/adozione di più minori, occorrerà presentare una domanda distinta per ciascun minore.

La domanda va presentato online all’INPS attraverso questo servizio telematico che permette di seguire l’istruttoria e controllarne l’esito in tempo reale. In alternativa la domanda può essere inoltrata via

  • contact center al numero 803 164 (gratuito da rete fissa) oppure 06 164 164 da rete mobile;
  • enti di patronato e intermediari dell’Istituto, attraverso i servizi telematici offerti dagli stessi.

Il pagamento mensile dell’assegno è effettuato dall’INPS direttamente al richiedente tramite bonifico domiciliato, accredito su conto corrente bancario o postale, libretto postale o carta prepagata con IBAN intestati al richiedente.


Se t’interessano la tutela del lavoro domestico e gli incentivi e alle famiglie in difficoltà economica, ti consigliamo di dare un’occhiata anche a questi articoli:

 

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO