Acqua minerale contaminata da idrocarburi, allarme del ministero della Salute

0

Un lotto di acqua San Benedetto è stato richiamato dal Ministero della Salute dopo che i controlli sul contenuto hanno rilevato un’eccessiva presenza di idrocarburi aromatici dannosi per la salute. La società, con sede a Scorzè (Venezia), ha disposto il ritiro dal commercio del lotto 23LB8137E delle bottigliette da mezzo litro di acqua minerale naturale Fonte Primavera. La decisione, rende noto l’azienda in un comunicato, “è stata presa a seguito dei campionamenti svolti dall’autorità sanitaria di competenza su alcune bottiglie prelevate presso un distributore automatico di bevande refrigerate che hanno rilevato una non conformità dovuta al superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici”.

Contaminato un solo lotto

A risultare contaminato, e potenzialmente pericoloso, è solo ed esclusivamente un lotto, identificato con il numero 23LB8137E, con data di scadenza 16/11/2019. Per chi l’avesse in casa, il ministero raccomanda di non berla e riportarla dove è stata comprata.

Le analisi hanno rilevato un’elevata prevalenza di xilene, trimetilbenzene, toluene ed etilbenzene disciolti in acqua. «Merito» di un campionamento svolti su alcune bottigliette prese in un distributore automatico di bibite fredde: dalle analisi è emerso che quell’acqua non è conforme, a causa del superamento dei limiti per contaminanti idrocarburici aromatici.

La Società “sta collaborando con le Autorità competenti per l’accertamento delle eventuali cause e la risoluzione della problematica. Si specifica, inoltre, che gli impianti ove la Fonte Primavera è captata e imbottigliata sono progettati, realizzati, collaudati e controllati in conformità agli standard di qualità più stringenti previsti dalle normative e adottati dal Gruppo San Benedetto”.

Fonte La Stampa

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO