Gustosi dolci dell’Immacolata

0

C’è chi considera i dolci dell’Immacolata una prova generale per la cucina natalizia e chi crede che le leccornie dell’otto di dicembre abbiano una loro dignità: se appartieni al secondo gruppo potrebbe interessarti la lettura di questo articolo, dedicato ai tradizionali dessert dell’Immacolata.

L’otto dicembre è una festività molto sentita nel sud Italia, dove i dolci dell’Immacolata sono considerati una portata immancabile delle tavole caserecce. In alcuni casi, questi manicaretti rappresentano le porte culinarie delle festività natalizie: tradizione vuole che vengano mangiati soltanto durante le feste di fine anno e che con la loro dolcezza inaugurino la stagione delle abbuffate.

In Puglia il dolce dell’Immacolata più diffuso è la pettola, candide frittelline di pasta lievitata e fritta in olio che possono essere condite a seconda dei gusti: la variante più golosa è quella guarnita al miele. Sulle tavole pugliesi non possono mancare le cartellate, ghiottonerie di pasta sfoglia arrotolata a forma di corona, arricchite con mandorle e miele.

la pettola è un dolce dell'Immacolata pugliese

Chi si trovasse in Campania potrà sperimentare il pirotecnico dolce dell’Immacolata locale, la zeppola, deliziosa ciambellina fritta, cosparsa di miele e confettini di zucchero coloratissimi.

le zeppole sono golosi dolci dell'Immacolata

In Calabria il dolce dell’Immacolata per eccellenza è il cuddrurieddro dolce, delicata ciambella a base di patate, farina, lievito e sale che si consuma dall’otto dicembre per tutte le festività natalizie.

i dolci dell'Immacolata più amati della calabria sono i cuddrurueddri

Il principe dei dolci dell’Immacolata siciliani è il buccellato, goloso impasto di pasta frolla il cui ripieno può variare a seconda delle zone: fichi secchi, uva passa, mandorle o scorze d’arancia – sono tutte opzioni percorribili.
Alcune zone della Sicilia, invece, optano per un diverso dolce dell’Immacolata, servendo un torrone di origine araba preparato con miele, mandorle, bucce di arancia e cedro: il suo nome è petrafennula.
Messina ha un dolce dell’Immacolata tutto suo, la Nipitiddata: pasta di sfoglia fragrante che abbraccia un ripieno di fichi secchi, noci, mandorle, spezie, marmellata e cioccolata.

un dolce dell'Immacolata tipico della Sicilia è la petrafennula

Condividi.

Ti potrebbe interessare anche:

Seguici su Facebook

VAI AL SITO

BUONI SCONTO

CAMPIONI OMAGGIO