I più bei film in bianco e nero

0

Oggi il cinema è fatto di effetti speciali, grafica computerizzata, 3D e spesso le storie raccontate sul grande schermo si riducono a mero contorno. Il cinema del passato, quello in bianco e nero, pare distante anni luce e sembra incapace di attrarre le nuove generazioni. Ci sono però dei veri e propri capolavori, che potremmo definire senza tempo. Nonostante il bianco e nero e trovate sceniche che in alcuni casi ci fanno sorridere, queste pellicole sono apprezzabili oggi come ieri e nessun cinefilo degno di questo nome può esimersi dal vederle almeno una volta nella vita.

Iniziamo con “Luci della città”, film del 1931, diretto e interpretato dal colossale Charlie Chaplin. Tutti si ricordano del vagabondo che dorme sulle ginocchia di una statua e aiuta tutte le persone che incontra sul suo cammino.

Eva contro EvaÈ invece del 1934 “Accadde una notte”, capolavoro firmato da Frank Capra, con protagonista l’ereditiera Ellie Andrews (Claudette Colbert) che, una volta scappata di casa per sposare un aviatore malvisto dal padre, si imbatte nel giornalista Peter Warne, che ha il volto di Clarke Gable.

Al terzo posto della nostra classifica dei film in bianco e nero mettiamo “Casablanca”, del 1942 tra i più celebri ed apprezzati di Hollywood. Diretto da Michael Curtiz, ha per protagonisti Humphrey Bogart e Ingrid Bergman, l’ambientazione è quella della Seconda Guerra Mondiale, ma al centro della scena c’è una tormentata storia d’amore.

Eva contro Eva” è un film del 1950, considerato tra i 100 più belli del cinema americano. Diretto da Joseph L. Mankiewicz, è tratto dal racconto “The Wisdom of Eve” scritto da Mary Orr. Racconta la storia della giovane Eva Harrington (Anne Baxter) che si ritrova a lavorare per il suo idolo, la diva di Broadway Margo Channing (Bette Davis). I rapporti tra le due diventano però più che complicati.

Vacanze romane”, del 1953, è un film di William Wyler, noto anche per aver consacrato Audrey Hepburn a icona di stile. L’attrice nel film veste i panni di una principessa che si finge una ragazza qualunque per godersi al meglio un viaggio diplomatico a Roma, dove incontra poi l’affascinante giornalista Joe Bradley, interpretato da un memorabile Gregory Peck.

Condividi.